agenzie di lavoro

Le agenzie di lavoro

Agenzie per il lavoro: di cosa si tratta?
Le agenzie per il lavoro, o agenzie interinali, sono genericamente definite come enti, pubblici o privati, autorizzati dal Ministero, che si occupano di svolgere attività di intermediazione, ricollocazione, selezione ed assunzione del personale per conto di aziende e privati. Andiamo di seguito ad analizzare più approfonditamente le caratteristiche di queste ultime suddividendole per tipologia:
– agenzie di intermediazione: sono quelle che si occupano di mediare per l’appunto tra domanda ed offerta di lavoro. Nel concreto raccolgono i curriculum dei lavoratori candidati, li analizzano e gestiscono tutto cò che concerne la promozione, la preselezione ed il vero e proprio incontro tra domanda ed offerta. In determinati casi possono anche occuparsi di corsi di formazione professionali mirati allo sviluppo delle competenze dei lavoratori.
– agenzie di ricerca e selezione del personale: sono quelle che vengono incaricate dalle aziende di ricercare determinati profili professionali, selezionando accuratamente le figure più idonee per poi sottoporle al vaglio dei committenti.
– agenzie di supporto alla ricollocazione professionale: sono quelle che seguono su commissione il processo di ricollocazione dei lavoratori sul mercato.
– agenzie di somministrazione del lavoro: sono quelle agenzie che assumono direttamente i lavoratori per poi metterli a disposizione di terzi mediante contratto di somministrazione altrimenti detto contratto somministrato. Nel concreto il lavoratore andrà a lavorare per altre aziende ma verrà retribuito dall’agenzia che lo ha assunto.

Perchè scegliere un’agenzia di lavoro.
Le agenzie per il lavoro rappresentano un’opportunità molto vantaggiosa per color i quali sono alla ricerca di un primo impiego o sono da poco disoccupati. Infatti semplicemente consegnando il proprio curriculum all’ente che si ha selezionato in base alle proprie preferenze, si può avere un immediato riscontro con le figure al momento richieste, oppure in caso di esito negativo, si può essere ricontattati in un secondo momento ed essere indirizzati all’azienda per un colloquio.

agenzie di lavoro
le agenzie di lavoro

I vantaggi dello scegliere un’agenzia del lavoro:
– vantaggi per il lavoratore in somministrazione: un lavoratore che attraverso un’agenzia di lavoro ottiene un contratto di somministrazione non solo gode degli stessi diritti e della stessa retribuzione di qualunque altro lavoratore ricopra la stessa carica, ma, per di più, ha diritto a prestazioni aggiuntive, come ad esempio rimborsi ed indennità. La somministrazione ha un suo mini-walfare, che assicura ai lavoratori delle garanzie aggiuntive rispetto a quelle del classico contratto standard, ad esempio il sussidio di maternità, quello dell’asilo nido e molto altro ancora.
– vantaggi per le imprese: le aziende che si affidano alla mediazione di agenzie per il lavoro vengono agevolate da queste ultime sia nella ricerca tempestiva delle figure professionali richieste, sia nella gestione degli aspetti burocratici.
– vantaggi per lo stato: questo tipo di contratto presenta un inedito vantaggio anche per il sistema del nostro paese. Infatti la somministrazione può aiutare lo stato a combattere le distorsioni che talvolta si presentano sul mercato del lavoro, parliamo dunque delle partite iva fittizie, del lavoro sotto protetto e in nero e molto altro ancora, dunque la tutela è per così dire bilaterale. L’aumento dei contratti di somministrazione è dunque direttamente proporzionale alla diminuzione del lavoro in nero e sotto tutelato.

lavoro stagionale nella ristorazione

Lavoro stagionale nella ristorazione

Il lavoro Stagionale
Il legame tra ristorazione e turismo
La ristorazione può essere considerato tra le realtà in Italia in cui investire e nel quale poter cercare lavoro sia a tempo indeterminata che determinato. Dopo la crisi del 2008, il settore si è nettamente ripreso e la richiesta di personale specializzato in Italia è in continuo aumento. Non solo per attività prolungate, ma anche nell’ambito del lavoro stagionale. Basta considerare che solo dal 2010 al 2018 sono più di 80.000 le imprese attività di ristorazione che aprono solo per sei mesi. Mancano pizzaioli, cuochi, pasticcieri, gelatai, barman e camerieri professionistici. Come si evidenzia l’offerta di lavoro stagionale è molto alta in proporzione a un settore che continua a produrre numeri che lo collocano in netta ripresa. Ma qual è la situazione del lavoro stagionale nella ristorazione? Di seguito andremo ad analizzare alcuni aspetti.

lavoro stagionale nella ristorazione
lavoro stagionale

Cosa si intende per stagionale
Alcuni concetti base
Prima di analizzare la situazione del lavoro stagionale all’interno della ristorazione, è importante soffermarsi sul concetto di lavoro stagionale e di quali sono le aziende e gli imprenditori che richiedono questa tipologia di lavoratori. Il concetto di stagionalità è collegato a quello di un lavoro che non viene attuato in modo continuativo ma per un periodo di tempo limitato e che normalmente si concentra in periodi particolari dell’anno come quello estivo o invernale. Le aziende che richiedono tali tipologie di prestazioni sono da un lato quelle che rimangono chiuse al pubblico per un periodo di tempo che va dai 70 ai 120 giorni continuativi e quindi vogliono prolungare la loro apertura. Dall’altro invece vi possono essere attività sia di piccole che di grandi aziende che necessitano di personale aggiunto per poter sopperire alla richiesta in momenti dell’anno particolari come possono essere quelli estivi e il periodo invernale. Tra i principali settori che offrono un lavoro stagionale vi sono l’agricoltura, il turismo e ovviamente la ristorazione.

Il lavoro stagionale nella ristorazione
Quale situazione si prospetta in Italia
Il settore della ristorazione è forse tra i punti di forza dell’economia Italiana. Il legame con il turismo è una realtà inevitabile e la diversificazione delle specialità gastronomiche presenti nelle regioni Italiane non fa altre che stimolare il settore. Nel 2017 si è registrato solo da parte degli Italiani una spesa di oltre 83 miliardi di lire nella ristorazione. La richiesta di posti è in continuo aumento, soprattutto per le realtà di tipo stagionali. È uno dei pochi settori in cui la richiesta durante il periodo estivo e quello invernale non decresce, ma anzi aumenta grazie all’impulso dell’attività turistica. Le offerte di lavoro sono tante e diversificate. Sono attività bene remunerate, anche se molto faticose. Infatti molti di questi lavori prevedono l’obbligo di rimanere in piedi per un periodo di tempo prolungato, avere orari che sono molto intensi, con turni anche serali. Le figure professionali che vengono maggiormente richieste sono quelle di camerieri, lavapiatti e aiuti cuochi. Ma non è da escludere anche personale specializzato come pasticcieri, pizzaioli o cuochi. La formazione è un aspetto importante. Un diploma presso un istituto professionale alberghiero può essere considerato un valido esito per poter essere assunti, così come l’aver già svolto attività a tempo determinato in altre strutture. Negli ultimi tempi però data l’enorme richiesta di personale si accettano anche auto candidature di persone che comunque dimostrino di avere una buona manualità e capacità di adattarsi a orari e tipologie di attività.

Le prospettive
Quale sarà il futuro del lavoro stagionale nella ristorazione
La crescita nell’ambito del settore della ristorazione determina una sempre maggior richiesta anche nell’ambito del lavoro stagionale. Le prospettive sono entusiasmanti anche se si deve considerare l’importanza della formazione e un impegno che prevede spesso l’allontanarsi da casa e inoltre orari lavorativi di una certa intensità. La remunerazione però è alta e quindi molto conveniente per coloro che vogliono svolgere un’attività non fissa.

Eataly Parigi

Eataly apre a Parigi e cerca personale

Il famoso marchio italiano EATALY apre a Parigi nel quartiere del Marais un nuovo punto vendita grazie all’accordo chiuso con il gruppo lafayette.

Eataly Parigi
Eataly apre a Parigi

RESTAURANT MANAGER

Il Restaurant Manager è un posto chiave per Eataly perché sarai l’immagine del ristorante, il responsabile della buona organizzazione dei team, della soddisfazione del cliente e della valorizzazione dei nostri prodotti. E’ il caso di ricordare che in quanto Restaurant Manager devi essere un buon dirigente, devi assicurare le assunzioni dei tuoi team e rispettare le norme di igiene e sicurezza.

CANDIDATI QUI -> https://www.rysto.com/it/job/eataly-a-parigi-quartiere-del-marais-cerca-restaurant-manager-29102018/

CHEF

Lo Chef è un posto chiave per Eataly perché tu sarai il punto di unione tra l’Executive Chef e i tuoi team e saprai garantire la qualità dei piatti secondo gli standards Eataly. E’ bene ricordare che in quanto Chef dovrai egalmente supervisionare gli inventari, gestire gli stock e rispettare le norme di igiene e sicurezza

CANDIDATI QUI -> https://www.rysto.com/it/job/eataly-nel-quartiere-del-marais-a-parigi-cerca-uno-chef-29102018/

SECONDO CAPOCUOCO

Il Secondo Capocuoco è un posto strategico per Eataly perchè tu sarai responsabile di assistere e sostituire il Capocuoco garantendo una continuità nella qualità e rispettando gli standard Eataly.
E’ bene ricordare che in quanto Secondo Capocuoco, tu dovrai supervisionare gli inventari, gestire gli stock e rispettare le norme di igiene e sicurezza.

CANDIDATI QUI -> https://www.rysto.com/it/job/eataly-nel-quartiere-del-marais-a-parigi-cerca-un-secondo-capocuoco-29102018/

MAITRE

Il Maitre è il nostro esperto del servizio clienti : sarai responsabile di gestire l’insieme delle attività di sala dell’Osteria e al tempo stesso accompagnerai i tuoi team utilizzando la tua esperienza nel settore. E’ il caso di ricordare che in quanto Maitre tu dovrai assicurare il benessere della tua famiglia, supervisionare gli inventari, gestire gli stock e rispettare le norme di igiene e sicurezza.

CANDIDATI QUI -> https://www.rysto.com/it/job/eataly-apre-a-parigi-e-cerca-maitre-30102018/

CHEF PANETTIERE

Un Chef Panettiere per Eataly è un membro della famiglia capace di gestire i suoi collaboratori e di trasmettere non solo la passione per il prodotto, ma anche i gesti tecnici e la voglia di soddisfare i nostri clienti! E’ bene ricordare che in quanto Chef Panettiere, dovrai partecipare al reclutamento e alla formazione del tuo team, realizzare gli inventari, gestire gli stock e rispettare le norme d’igiene e di sicurezza.

CANDIDATI QUI -> https://www.rysto.com/it/job/eataly-apre-a-parigi-nel-quartiere-del-marais-e-cerca-uno-chef-panettiere-30102018/

RESPONSABILE BAR

Il Responsabile Bar è un posto chiave da Eataly perché tu sarai il garante della qualità dei prodotti proposti ai nostri clienti, il responsabile della buona organizzazione delle tue équipes, della soddisfazione del cliente e della valorizzazione della nostra offerta.

CANDIDATI QUI -> https://www.rysto.com/it/job/eataly-apre-a-parigi-e-cerca-un-responsabile-bar-30102018/

CAPO PIZZAIOLO

Un Capo pizzaiolo per Eataly è un membro della famiglia capace di gestire i suoi collaboratori e di trasmettere non solo la passione per il prodotto, ma anche i gesti tecnici e la voglia di soddisfare i nostri clienti! E’ bene ricordare che in quanto Capo pizzaiolo tu dovrai realizzare gli inventari, gestire gli stock e rispettare le norme d’igiene e di sicurezza.

CANDIDATI QUI -> https://www.rysto.com/it/job/eataly-a-parigi-quartiere-del-marais-cerca-capo-pizzaiolo-29102018/

 

 

lavoro stagione invernale

La stagione invernale sta per iniziare

Il settore della ristorazione è quello che più di tutti risente degli sbalzi di domanda in base alla stagione. La stagionalità incide molto anche nelle richieste di manodopera, tanti alberghi hotel ma anche ristoranti cercano personale qualificato.

La stagione invernale sta per iniziare e su tanti portali di lavoro iniziano ad esserci molte richieste. Il miglior modo per candidarsi è diventata quella di consultare tra le centinaia di offerte di lavoro quella più adatta alle proprie qualità e competenze.

In Italia abbiamo la fortuna di avere uno dei mari più invidiati al mondo ma anche località sciistiche di tutto rispetto. In nord Italia la fanno da padrone le alpi con i migliori impianti per sciatori e snowboarder ma anche in centro con gli appennini.

Il turismo invernale sta per partire su RYSTO abbiamo ristoratori e albergatori hanno già iniziato a pubblicare annunci di lavoro nel settore della ristorazione.

lavoro stagione invernale
offerte di lavoro nella stagione invernale

Questo è il momento migliore per candidarti per un posto di lavoro sia in cucina che in sala tra qualche mese saremo tutti pronti per le prime nevicate della stagione invernale e turisti da tutta Italia ma anche da tutto il mondo prenderanno d’assalto ristoranti e alberghi.

Le offerte di lavoro per la stagione invernale iniziano ad essere pubblicate, candidati subito!

sushiman lavoro

Il sushiman, lavoro nella ristorazione

Un sushiman non è il nome di un super eroe della letteratura giapponese, o un personaggio di un cartone animato ma piuttosto un mestiere molto in voga al giorno d’oggi, una figura nel campo della ristorazione moderna di tutto il mondo molto richiesta.
Non consiste nel sapere come si prepara il sushi ma il lavoro di questo versatile e richiestissimo cuoco è molto più ampio. Un sushiman esegue i vari preparati culinari in conformità con le procedure e gli standard in vigore.
Di solito è identificato con un kimono bianco e una fascia. Il tradizionale sushiman di solito presenta un piccolo spettacolo con le loro tecniche mentre prepara i propri piatti.

sushiman lavoro
lavoro nella ristorazione sushiman

Il lavoro di sushiman consiste in:
– Organizzare bene il suo piano di lavoro avendo a disposizione e alla portata di mano tutti gli utensili principali, anche se il vero accessorio indispendabile per la preparazione del sushi è la mano dello chef.
– Controllare la pulizia e le buone condizioni degli utensili e delle attrezzature necessarie. E’ obbligatorio usare guanti in lattice per la manipolazione degli alimenti.
– Servire al meglio i clienti
– Garantire l’igiene degli alimenti durante la preparazione culinaria – Pulire il piano di lavoro e mantenere l’attrezzatura ordinata
– Utilizzare alimenti freschi e di alta qualità per evitare di avvelenare i clienti o far prendere loro dei parassiti al quanto spiacevoli per il corpo umano.
Il Sushiman é molto organizzato, metodico, conosce e ama la cultura asiatica e il rispetto della tradizione giapponese, ha il senso dell’ospitalità, della presentazione e della disciplina. E’ molto rigoroso e i suoi gesti sono precisi e veloci ed eleganti tanto da incantare gli ospiti offrendo loro anche una sorta di spettacolo culinario. Segue scrupolosamente le istruzioni, soprattutto in termini di igiene e sicurezza, assicurando qualità e servizio.
Il Sushiman si prende molto tempo per preparare tutte le basi per l’assemblaggio del sushi. Una delle sue missioni è essere consapevoli delle esigenze dei propri clienti, infatti la sua soddisfazione più grande? Piacere al cliente e incoraggiarlo a vivere un’esperienza nutriente indimenticabile.
<br>
È indispensabile seguire un allenamento per ricoprire il ruolo lavorativo di sushiman e chiaramente avere una dote naturale e una grande abilità in cucina.
Il sushiman riceve uno stipendio tra 1500 e 1800 euro lordi mensili, a seconda della missione, dell’azienda e dell’esperienza acquisita. Questo ovviamente in Italia, in altri parti del mondo lo stipendio lordo può arrivare anche intorno ai 2.500 /2.800 euro.
Attualmente sono richieste anche figure femminili come la sushiwoman, anche se non sono molto diffuse, in quanto la preparazione del sushi si tramanda dalla vecchia tradizione giapponese: essa riteneva che le mani delle donne erano troppo calde rispetto a quelle maschili e quindi avrebbero potuto rovinare il pesce durante la preparazione. Per questo molti ristoranti che rispettano la vera cultura nipponica non amano assumere donne per la copertura di questo ruolo.
Giovani ragazzi se amate il sushi, siete appassionati di cucina e della cultura giapponese, avete studiato nel ramo culinario e siete alla ricerca di un impiego fatevi sotto! Migliaia sono gli annunci sul web che riguardano la richiesta di questa gettonata figura professionale e tanti sono i corsi per imparare ad esercitarla!

lavoro cameriere

Lavoro nella ristorazione: il cameriere

Il mercato della ristorazione in Italia è un mercato particolare. Fatto di eccellenze e realtà che non riescono a decollare. Sono molti quegli imprenditori che provano a dare nuova vita ad un ristorante o una locanda storica in declino, come molti altri invece riescono a esprimere un’arte attraverso l’enogastronomia, la riceca dei prodotti e dei sapori. I programmi Tv sulla cucina sono tra i più seguiti al mondo, come i cuochi italiani i più ricercati e i più bravi. C’è una costante, tra tutti i ristoranti, taverne o locande, che può guidare il gusto, consigliare o invogliare: il cameriere.

lavoro cameriere
lavoro nella ristorazione: cameriere

E’ di fatto la figura numericamente più importante del ristorante. In Italia si stima che per ogni cuoco ci siano sei camerieri. Spesso in città universitarie vediamo camerieri giovani dall’aria svogliata e anche un pò stanca aggirarsi tra i tavoli in cerca di una vocazione.
Essendo in Italia, quella dei ristoranti, una realtà assai variegata, non è possibile codificare uno stile, ma, ci sono degli elementi che un cameriere dovrebbe avere non solo per garantire il servizio, ma per rendere la cena o il pranzo un momento piacevole da parte di chi lo consuma. Le caratterististiche essenziali sono la pulizia, la buona padronanza della lingua, la conoscenza dei piatti ed empatia verso i clienti.
Nella maggior parte dei casi non è prevista una formazione specifica, anche se caldamente consigliata. Ricordiamo che il cameriere è la faccia del ristorante come il piatto ne è il prodotto. Un cameriere sorridente, che cerca di capire i gusti e lo stile del cliente, saprà consigliare, parlare ed emozionare il cliente. Come? Ad esempio raccontando un piatto. Il cameriere che parla, descrive la materia prima, il motivo della scelta, le tecniche usate e i metodi di cottura faranno conoscere il piatto sotto un’altra veste, esaltando gusto ed aroma. Il cliente sarà così più attento al piatto, alla materia prima usata, alle sfumature altrimenti difficilmente percepibili da un palato non abituato. Il palato va educato, e chi in un ristorante può riuscire in quest’operazione meglio del cameriere?
Stessa cosa per il vino. Non sempre un ristorante ha un sommelier, ma un buon cameriere dovrebbe saper guidare il cliente nella scelta del vino migliore in cantina da accompagnare alle pietanze scelte.
Il cameriere viene visto nella maggior parte dei casi invece come un ripiego. Un lavoro per studenti per arrotondare, tanto deve solo portare a tavola un piatto. Oppure un lavoro per guadagnare di più quando in famiglia si hanno ristrettezze.
Niente di più sbagliato. Il cameriere conta in sala come lo chef in cucina. Il cameriere è un lavoro a tutti gli effetti che può fornire una grande opportunità, possibilità di crescita, autonomia e conoscenza di un settore dinamico e in continua evoluzione come lo sono i gusti e la complessità dei piatti ricercati e proposti.
Lo stipendio medio di un cameriere a Bordeaux è di oltre 55.000€, in Germania oscilla tra i 15.000€ e i 20.000€ annui. In Italia la media è molto più bassa. Un cameriere italiano che svolge l’attività a tempo pieno non supera i 900€ mensili netti.
Grandi testate di settore come Gambero Rosso denunciano questo fattore, sottolineando come il cameriere è l’ossatura dell’azienda Ristorante e come, se correttamente formato, può cambiare le sorti in sala e nel conto economico del ristorante.

Come deve essere un sito web per ristoranti

La presenza su internet è fondamentale, anche per un ristorante. Il ristoratore non deve sottovalutare la potenza del web ma non è facile ottenere buoni risultati. Non basta avere un sito internet per iniziare ad avere clienti, serve avere un ottimo sito web sempre aggiornato e con i servizi fondamentale sempre visibili.

Ma quali sono le informazioni che non devono mai mancare? Quali servizi sono fondamentali per poter dire di avere un sito web funzionale?

Il numero di telefono

Quanti di noi hanno salvati sulla rubrica i numeri dei loro ristoranti preferiti? la maggior parte delle persone va su internet e mette il nome del ristorante, quanto sarebbe meglio se il primo risultato fosse del vostro sito internet il cliente che accede al sito web potrebbe cosi essere informato anche su eventuali promozioni.

L’indirizzo del vostro ristorante

E’ ovvio quale sito di un ristorante non ha l’indirizzo stradale? nessuno. Ma siamo sicuri che sia scritto nel modo corretto? Prima cosa evitare le abbreviazioni V. V.le P. e poi inserire la possibilità di iniziare subito la navigazione con il GPS

Promozioni

Se previste inserite subito l’offerta del giorno potrebbe dare quello spunto in più a venire da voi.

Menu

Pubblicare il menu aggiornato con le specialità di stagione è un segno di trasparenza apprezzato ancora meglio se affiancato anche dai prezzi

Prenotazione online

In Italia ancora poco utilizzata perchè comunque confermata tramite una telefonata, ma è un servizio che ormai ci si aspetta da un sito web per ristoranti.

Foto e social

Il tuo miglior piatto va condiviso cosi come il tuo tavolino migliore da riservare in occasioni speciali insomma le foto sono il miglior strumento per coinvolgere i tui potenziali clienti

Ricerca di personale

Inserire le richieste di personale specializzato nella ristorazione, il settore è molto influenzato da picchi di lavoro e trovarsi pronti per offrire un ottimo servizio in sala e cucina è molto professionale.

Il team di Rysto sta sviluppando un servizio per fornirti tutti ciò di cui hai bisogno in una soluzione completa e facile da usare.

Sito web per ristoranti, è ancora indispensabile?

Il mondo della ristorazione è stato un settore che più di tutti ha subito cambiamenti grazie alle nuove tecnologie. Sono rari se non rarissimi i casi in cui non sia presente una traccia della presenza di un ristorante sul web. Oltre ai tanti servizi legati alla ristorazione, come TripAdvisor, OpenTable ma anche Facebook per arrivare ad Instagram, tutti i ristoranti dovrebbero avere un sito web professionale.

Grazie ad un sito web per ristoranti il ristoratore può creare uno spazio virtuale dove invogliare l’utente a diventare cliente. Il sito web può diventare un vero e proprio accentratore di servizi fornendo la possibilità di riservare un tavolo, avere un blog con notizie sempre aggiornate, dare la possibilità di pubblicare il menu e cercare personale per la ristorazione.

Ma non basta solo averlo, un sito internet per ristoranti deve essere anche ben fatto con le informazioni fondamentali sempre in primo piano. Quindi tutti i ristoratori prima o poi saranno costretti a dover fare i conti con la tecnologia che avanza gestendo in pieno un loro sito internet anche se potrebbe essere l’ultimo dei pensieri, per questo motivo è importante affidarsi a servizi solidi in grado di togliere le barriere iniziali.

Il team di Rysto sta progettando un servizio per creare un sito internet per ristoranti facile da attivare e gestire grazie all’esperienza maturata in questi anni a contatto con i migliori ristoranti. Grazie a Rysto il ristoratore potrà pensare solo a quello che gli riesce meglio ovvero gestire il suo ristorante per quanto riguarda il suo sito internet e i servizi collegati basterà affidarsi a noi.

lacoro estero

Lavoro all’estero: vado a fare il cameriere a Londra

Negli ultimi anni la disoccupazione sta plasmando i flussi migratori da paesi considerati una volta sviluppati verso nazioni che hanno risentito meno della crisi mondiale.
Se una volta andare a Londra a fare il cameriere era molto in voga, ora le cose stanno cambiando.
Guardare le opportunità di lavoro a meno di tre ore di aereo non è più cosi favorevole, le mete ideali per trovare lavoro forse esistono ancora ma un volo lowcost non basta più.
Quello che non cambia sono i tipi di lavoro che si cercano appena atterrati in terra straniera, cercare lavoro nel mondo della ristorazione e soprattutto voler fare il cameriere o lavapiatti è ancora la scelta obbligata.
Trovare lavoro non è mai facile, ma come trovare lavoro all’estero?
Le scelte sono due o preparare il curriculum vitae in un formato internazionale e consegnarlo a mano o consultare gli annunci di lavoro all’estero che molte bacheche online pubblicano.
Spesso per convenienza si tende prima di partire a fissare almeno qualche colloquio ma soprattutto a sondare il terreno per vedere le professioni più richieste, tipo cameriere a Londra, cuoco a Parigi ecc.
Rysto potrebbe essere la soluzione che fa per te, sempre più spesso pubblichiamo annunci di lavoro all’estero di ristoranti italiani e non che cercano in Italia i migliori professionisti nel campo della ristorazione.
La fuga di cervelli riguarda anche cuochi, barman, camerieri, baristi che a causa del livello professionale in decrescita cercano il lavoro della loro vita all’estero.
Lavorare all’estero non è facile, lasciare gli affetti nel proprio paese di origine è una scelta obbligata e portare la famiglia rappresenta inizialmente come una scommessa troppo rischiosa da affrontare.
Con il nostro lavoro cerchiamo di aiutare coloro che vogliono intraprendere questo difficile percorso, consultare il nostro sito vi può aiutare a trovare lavoro più facilmente.

alfa pizza sigep 2016

Sigep 2016 Alfa Pizza è showcooking dal dolce al salato

Dal 23 al 27 Gennaio 2016 Rimini ospiterà il Sigep, manifestazione internazionale dedicata al settore gelateria e dolciario giunta ormai alla sua 37° edizione.
Un appuntamento con il gusto che oltre a soddisfare il palato degli amanti dei dolci, da qualche tempo a questa parte appaga anche gli amanti del salato.
Un padiglione interamente dedicato alla panificazione, pasta e pizza che completa l’offerta per gli appassionati del gusto.
…e se si parla di pizza non poteva mancare all’appello Alfa Pizza l’azienda italiana che con la sua nuova linea di forni professionali a legna e gas sta spopolando nel mondo della ristorazione.
Una vera e propria evoluzione in cucina ed Evolution il nome della linea, è sicuramente eloquente ed appropriato.
L’intera gamma, presentata in anteprima ad Host lo scorso ottobre dove ha riscosso notevole successo, è composta da 6 modelli disponibili a gas, legna ed ibrido.
Forni compatti e trasportabili come un elettrico, con un design ricercato che fa si che il prodotto sia il la principale attrazione del locale, ma con una fiamma che allieta i 5 sensi.
Altro aspetto da non sottovalutare è quello economico, si parla infatti di “ready to use”, solo 20 minuti per raggiungere i 450°C e appena 90 secondi per sfornare gustosissime pizze come da tradizione napoletana.
Tutto questo sarà ben visibile al Sigep dove al pad. D3 stand 187 lo chef dell’azienda, si esibirà ogni giorno in uno straordinario spettacolo di show-cooking che spazierà dal dolce al salato.
Vi suggeriamo di non mancare assolutamente!

alfa pizza sigep 2016
sigep 2016 alfa pizza