Digital transformation nella ristorazione


La digital transformation sta cambiando il settore del food. Le abitudini del consumo, specialmente quello alimentare outdoor, si evolvono di pari passo con la tecnologia digitale. La sfida si gioca su due tavoli, quello dell’incremento dell’efficienza, necessario a competere sul mercato, e quello del rapporto con la clientela, anche grazie ai social e alle applicazioni per dispositivi portatili. Si è ampliata la possibilità di soddisfare il cliente, raggiungendolo ovunque e scoprendo le sue preferenze e abitudini; ma allo stesso tempo la concorrenza è agguerrita, perché gli stessi strumenti della digital transformation sono a disposizione dei competitors. Si tratta di una gara cruenta per aggiudicarsi le preferenze del consumatore, all’interno di un mercato che cambia velocemente.

Come cambia la ristorazione con la digital transformation

L’uso delle tecnologie ha come obiettivo la semplificazione e il miglioramento del servizio offerto al cliente, anche attraverso una più efficiente organizzazione interna.
Razionalizzare l’organizzazione, per esempio, significa evitare al cliente di sottoporsi ad attese lunghe per pagare, al termine della consumazione. Esistono software che consentono di gestire il punto cassa; attraverso l’uso delle app si possono effettuare pagamenti in tempo reale. Un software permette al cliente di pagare con denaro che si trasferisce con modalità P2P. In questa esperienza il contante sparisce e il transito, da e verso, la cassa si azzera. La proposta di pagamento arriva direttamente al punto cassa, che emette lo scontrino. Questo significa un check-out decisamente più agevole e una tendenza alla massimizzazione della soddisfazione del pubblico.

Allo stesso modo il take-away e il delivery dei ristoranti vengono integrati attraverso i vari dispositivi, accelerando tutto il processo: dalla scelta del prodotto, passando per la consegna fino al pagamento.
L’ordine viene acquisito per mezzo di tutti i tipi di canali a disposizione del cliente: smartphone, sito, app. Il processo è schedulato: dalle comande alla cucina fino all’emissione dello scontrino; è indicata anche una previsione di orario di consegna del prodotto. Si tratta dunque di un flusso organico in cui le informazioni sono ottimizzate.
L’organizzazione del personale è l’altro aspetto interessato dalla rivoluzione digitale, grazie a software che programmano i turni di lavoro tra i dipendenti. In ogni caso, l’obiettivo della digital transformation è votato al miglioramento dell’esperienza d’acquisto del cliente consumatore

La digital transformation e la social responsability

Un aspetto su cui la digital transformation sta incidendo è la social responsability, che è diventata un aspetto su cui le aziende, soprattutto quelle che operano nel settore della ristorazione, stanno investendo sempre più risorse. La qualità del cibo e la sostenibilità ambientale dei processi produttivi sono sotto la lente d’ingrandimento del pubblico, sempre più attento alle problematiche ambientali, alla sostenibilità del processo di produzione del cibo, e alla qualità di ciò che si mangia. Basti pensare a Foodchain, una blockchain che ha come obiettivo di rendere trasparente la filiera produttiva del singolo alimento che arriva nel nostro piatto: dalla sua produzione allo smaltimento.
Un’azienda che si preoccupa di comunicare con chiarezza alla clientela il percorso di un ortaggio, da quando viene piantato il seme fino all’arrivo sullo scaffale del supermercato, contribuisce a creare valore, ossia a migliorare la brand reputation dell’azienda che utilizza quel prodotto, grazie alla sua tracciabilità.